MICROSOFT – U.S. ARMY: un progetto di Realtà Aumentata da 21,88 miliardi di dollari.

I soldati del futuro indosseranno i visori Hololens. I dispositivi indossabili della multinazionale statunitense verranno integrati all’equipaggiamento dell’esercito USA per garantire ai soldati consistenti vantaggi in termini di operatività e di sicurezza. La Realtà Aumentata è infatti in grado di esplodere le informazioni nel campo visivo di chi sta compiendo un’azione guidandolo nella corretta interpretazione degli stimoli esterni e del contesto di riferimento che sta vivendo.


In ambito militare la tecnologia ha il potenziale per trasformare la modalità attraverso la quale i soldati comunicano, si addestrano e combattono. Il nuovo programma IVAS (Integrated Visual Augmentation System), che prevede la combinazione del visore Microsoft Hololens con i servizi cloud di Microsoft Azure, offrirà ad ogni soldato un potenziamento straordinario per aumentare la sicurezza e migliorare l’efficienza e l’efficacia nello svolgimento di svariate procedure ed attività strategiche ed operative.


Il dipartimento della difesa ha, infatti, stretto un accordo decennale da 21,88 miliardi di dollari con il colosso high-tech di Radmond, accordo che prevede la fornitura di hardware personalizzato per consegnare ai combattenti una maggiore consapevolezza della situazione, un miglioramento nel processo decisionale, nell’acquisizione del bersaglio e nella condivisione delle informazioni per prendere decisioni più pertinenti e rapide in molteplici scenari.


Con IVAS e la Realtà Aumentata si espande la vista del soldato.


IVAS è un dispositivo pensato per gestire le più svariate ambientazioni di combattimento ed esercitazioni sul campo, un sistema che migliora giorno e notte l’acquisizione dei bersagli attraverso il collegamento dell’Heads-Up display con le immagini in tempo reale dell’area. Con la funzionalità di visione termica i soldati non dovranno più utilizzare soluzioni analogiche come gli occhiali da vista a tubo. IVAS porta infatti la visione notturna ad un nuovo livello con un notevole balzo in avanti in ambito digitale e tecnologico.


Sul campo di battaglia ogni errore può costare caro. Un soldato non deve mai distogliere la vista dal proprio obiettivo. I visori Hololens permettono di mantenere una perfetta visuale senza dover spostare l’attenzione e, allo stesso tempo, di arricchire la realtà di dati ed informazioni decisive per eseguire correttamente ogni task ed assistere i compagni in modo rapido e preciso.


Anche in ambito di addestramento, la tecnologia può venire in soccorso. Con la Realtà Aumentata è possibile costruire scenari di formazione con nemici 3D olografici che interagiscono in base alle scelte dell’utente e ripetere più e più volte determinate procedure ed operazioni senza limiti di tempo, indipendentemente dalla posizione fisica. Questi strumenti consentono di acquisire la consapevolezza delle procedure necessarie per proteggere sé stessi e la propria squadra in ogni situazione di emergenza o di pericolo.


I componenti chiave della letalità dei soldati sono infatti la mobilità, la capacità di muoversi rapidamente ed in sicurezza, la consapevolezza della situazione che si sta vivendo, e gli aspetti relativi alle prestazioni umane, alla protezione e alla sopravvivenza. IVAS migliora ogni aspetto legato alla letalità del soldato e la sua capacità di manovrare e superare le avversità rendendolo più intelligente, meglio informato, più agile e più efficace.

In futuro i soldati indosseranno dispositivi capaci di acquisire informazioni sulle proprie condizioni di salute grazie ad appositi sensori integrati all’equipaggiamento individuale, mentre l’intelligenza artificiale elaborerà un responso clinico in tempo reale che aiuterà a prendere decisioni migliori in momenti cruciali della battaglia. I dispositivi di un soldato saranno collegati a quelli dei propri compagni per aumentare lo scambio di informazioni e la collaborazione sul campo e da remoto. Si espande in questo modo la vista con uno strumento come IVAS in grado di cambiare le regole sul campo di battaglia.


Machine Learning, AI (Artificial Intelligence), IoT, riconoscimento facciale, Realtà Aumentata aiuteranno infatti i soldati americani a gestire le operazioni ordinarie e straordinarie e a governare situazioni ad alto rischio per la propria sicurezza come mai prima d’ora. L'AR consentirà, inoltre, di individuare più velocemente gli asset danneggiati attraverso istruzioni guidate che forniranno un supporto decisivo durante le operazioni di riparazione e di manutenzione. A differenza della documentazione tecnica e dei manuali di assistenza cartacei, le informazioni digitali sovrapposte sopra l'oggetto sono simultanee, pertinenti e più semplici da comprendere. Si riducono così i tempi di riparazione e la capacità di risoluzione dei problemi al primo tentativo velocizzando operazioni complesse che nella norma richiederebbero più tempo per la corretta esecuzione dell'intervento.


L’assistenza e la collaborazione tra le diverse formazioni di plotone raggiungeranno confini fino ad oggi inesplorati grazie anche ad una tecnologia come la Realtà Aumentata capace di amplificare funzionalità fondamentali quando è a rischio la propria vita e quella dei propri compagni.

Realmore Srl

Augmented & Virtual Reality

Realmore Milano

Corso Sempione 30

20154 Milano

Italia


Contacts

E. info@realmore.net

T. +39 02 36589575

Realmore Barcellona

Ronda Sant Pere 39

08010 Barcellona

Spain


Contacts

E. info@realmore.net

T. +34 932 508 082


Realmore Hong Kong

Suites 801 & 806, Singga

Commercial Centre 144 - 151

Connaught Road West

Sai Wan, Hong Kong


Contacts

E. info@realmore.net




Clients

Soluzioni

Cosa facciamo

VR headset & glasses


-
info@realmore.net